IMU

Emergenza Covid 19: Disposizioni in materia di IMU

Differimento pagamento prima rata IMU

Il Consiglio comunale, in data 26.05.2020, ha disposto la proroga al 30 settembre 2020 (in luogo del 16/6) del termine per il versamento della prima rata della nuova IMU 2020, per la sola quota di spettanza comunale (con esclusione quindi di quella riservata allo Stato prevista esclusivamente per i fabbricati classificati nella categoria catastale D).

Esenzioni saldo IMU contenute nel decreto :

DL n. 104/2020,  art. 78  (Decreto Agosto)

Le novità del decreto Agosto  in materia di IMU sono contenute nell'art. 78 e prevedono:

1) L'esenzione dal pagamento del saldo IMU anno 2020 per i seguenti settori di attività:

a) stabilimenti balneari e termali.
Non è dovuta la seconda rata, anno 2020, dell’IMU relativa a immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali.

b) immobili attività turistiche
Non è dovuta la seconda rata, anno 2020, dell’IMU relativa a immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

c) immobili attività fieristiche
Non è dovuta la seconda rata, anno 2020, dell’IMU relativa a immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni.

d) immobili destinati a cinema e teatri
Non è dovuta la seconda rata, anno 2020, dell’IMU relativa a immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

e) immobili destinati discoteche e sale a ballo
Non è dovuta la seconda rata, anno 2020, dell’IMU relativa a immobili destinati a discoteche,sale da ballo, night-club e simili, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

2) L' esenzione 2021 e 2022: immobili destinati a cinema e teatri
Non è dovuta l’IMU per gli anni 2021 e 2022 per gli immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Esenzione IMU per il settore turistico:

DL n. 34/2020,  art. 177 (Decreto Rilancio)

Per l'anno 2020, non è dovuta la prima rata dell'imposta municipale propria (IMU) di cui all'articolo 1, commi da 738 a 783 della legge 27 dicembre 2019, n. 160, relativamente ai seguenti immobili:

  • rientranti nella categoria catastale D/2;
  • residence e campeggi
  • ostelli della gioventù
  • rifugi di montagna
  • agriturismi;
  • villaggi turistici;
  • colonie marine e montane
  • affittacamere per brevi soggiorni
  • case e appartamenti per vacanze
  • bed & breakfast
  • immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali;
  • immobili degli stabilimenti termali.

a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività' ivi esercitate.

********

Per informazioni:

                             Ufficio Tributi

       e-mail:  ufficio.tributi@comune.fossombrone.ps.it

                          Tel. 0721 /723220

Nuova IMU 2020

 

Delibere Comunali

 
torna all'inizio del contenuto